Support service
×

Capitolo 8. Orari di trading Forex

Nonostante il Forex operi 24 ore su 24, ci sono dei periodi di tempo durante i quali può essere più o meno attivo in relazione alle transazioni con valute diverse. Può essere spiegato dall'orario di lavoro dei principali mercati finanziari del mondo.

È risaputo che ci sono fusi orari. Quando si tratta della Russia, è un paese unico con il suo territorio che si estende su 9 fusi orari. Significa che in un momento l'ora locale varia nelle diverse città del mondo, e il giorno in una parte del pianeta può significare la notte in un'altra. Per comodità, è stata introdotta l'ora di Greenwich o l'ora universale coordinata, indicata come GMT (Greenwich Meridian Time). GMT è l'ora locale nelle vicinanze del meridiano di Greenwich. Le vicinanze includono paesi europei come la Gran Bretagna e il Portogallo.

Come trader Forex puoi essere in qualsiasi parte del mondo, ma è essenziale sapere in quale fuso orario ti trovi e come la tua ora locale corrisponde all'ora locale dei centri finanziari globali.

Vale la pena notare che in alcuni paesi viene praticata l'ora legale, quindi in stagioni diverse tali paesi si troveranno in due fusi orari vicini. I fusi orari invernali sono illustrati nell'immagine.

L'attività sul mercato Forex è suddivisa in 4 sessioni di trading: sessioni del Pacifico, asiatiche, europee e nordamericane. Ogni sessione è attiva durante l'orario di lavoro della regione interessata.

La sessione del Pacifico inizia per prima quando si aprono i mercati finanziari di Wellington (Nuova Zelanda) e Sydney (Australia). La sessione asiatica è prossima ad aprire, comprese Tokyo (Giappone), Hong Kong (Hong Kong) e Singapore (Singapore). Il trading più attivo durante queste sessioni è con la sterlina britannica: GBP/JPY, GBP/CHF. Inoltre, vengono scambiate anche le seguenti coppie che includono il dollaro USA: USD/JPY, AUD/USD e NZD/USD, poiché l'apertura della sessione asiatica è seguita dalla chiusura della sessione nordamericana del giorno precedente. L'euro non viene quasi scambiato prima dell'apertura della sessione europea a Londra.

La sessione europea inizia alla chiusura degli orari di negoziazione del Pacifico e dell'Asia. I principali centri finanziari d'Europa iniziano a Londra (Inghilterra), Francoforte sul Meno (Germania) e Zurigo (Svizzera). Londra è il più grande centro finanziario del mondo e rappresenta il 30% di tutto il volume degli scambi FX. Durante la sessione europea le coppie con la sterlina britannica (GBP ed Euro (EUR) vengono scambiate attivamente. Lo yen giapponese (JPY) al contrario, perde l'interesse degli investitori durante la giornata di negoziazione. Inoltre, le seguenti coppie vengono scambiate con il dollaro statunitense: USD/CHF, USD/CAD, EUR/USD.

A metà della sessione europea il mercato nordamericano apre le sue porte partendo dalla borsa finanziaria di New York (USA), qui avviene circa il 15% del volume di scambi Forex globale. La maggior parte delle operazioni vengono eseguite durante il periodo operativo delle sessioni di negoziazione sia europee che nordamericane, quando la liquidità di coppie come: USD/CHF, GBP/USD, USD/CAD e EUR/USD è eccezionale. Entro la metà dell'orario di negoziazione nordamericano, quando Los-Angeles si sveglia, il trading in Europa si ferma. Ecco perché la liquidità dei tassi incrociati europei (EUR/GBP e EUR/CHF) diminuisce. I trader esperti non scambiano quasi queste coppie durante le ore di trading nordamericane.

Nella stagione estiva o invernale, l'ora nei diversi centri finanziari del mondo differisce dall'ora universale GMT per il numero di ore mostrato nella tabella seguente:

Il centro finanziario: la differenza oraria dal GMT: Inverno/Estate:

Wellington: +11/+12
Sydney: +9/+10
Tokyo: +9/+9
Hong Kong: +8/+8
Singapore: +7/+8
Mosca: +3/+4
Francoforte sul Meno: +1/+2
Zurigo: +1/+2
Londra: 0/+1
New York: -5/-4
Los Angeles: -8/-7

Si può vedere che tutti i paesi praticano l'ora legale, poiché si trovano negli stessi fusi orari in inverno e in estate.

Negoziando sul Forex, bisogna tener conto non solo dell'attività dei principali centri finanziari durante le sessioni di trading, ma anche ricordare che i mercati finanziari sono chiusi nei fine settimana e nei giorni festivi.

L'attività del mercato dei cambi rallenta in questi giorni, di conseguenza, si riduce anche la liquidità. Il mercato come se si congelasse in attesa. Anche la reazione del mercato agli eventi globali essenziali è ritardata fino a lunedì (giorno lavorativo successivo). Questo è il motivo per cui i giocatori professionisti del mercato cercano di chiudere venerdì tutte le posizioni aperte (parleremo dell'apertura e della chiusura delle posizioni più avanti) per evitare fluttuazioni impreviste del tasso di cambio causate da eventi che si verificano nei fine settimana.

Il lunedì il Forex di solito è in attesa e non ci sono transizioni dinamiche. I partecipanti cercano solo di determinare le tendenze dominanti dei movimenti di tasso. Da martedì inizia il trading attivo e dura fino alla fine della sessione nordamericana del venerdì.
 

Condividi la tua opinione

Le informazioni sono state utili?

Commenti:

non è obbligatorio da compilare

Grazie per il tuo tempo e il feedback.
Il tuo feedback è molto importante per noi.

smile""